Dott. Luigi Caliendo | Medico Chirurgo

  • 22 Maggio 2021
  • By Luigi

L’herpes labiale è una fastidiosa malattia infettiva provocata dal virus herpes simplex; la manifestazione molto fastidiosa è dolorosa comprende vescicole dolenti. Il virus spesso può rimanere dormiente nel corpo, lo stress e la mancanza di sonno possono svegliarlo.

La terapia medica di solito sintomatica, anche gli antivirali utilizzati localmente non debellano il virus, ma spengono la sua virulenza, potendo poi ripresentarsi nel tempo.

Vediamo come l’omeopatia può intervenire per risolvere questo fastidioso problema.

Apis Mellifica: manifestazioni che tipicamente coinvolgono il lato sinistro della bocca, con rossore, gonfiore e tipico dolore pungente che trova sollievo da applicazioni fredde.

Arsenicum Album: Il soggetto sarà molto agitato e preoccupato per la sua salute, anche in modo esagerato per la manifestazione in sé. Si avrà prurito intenso e dolori brucianti, il miglioramento lo si ha con un impacco caldo. Anche in questo caso l’eruzione epatica può trovare una collocazione divisa dalla bocca, estendendosi al collo.

Mercurius Solubilis: la loro personalità è variabile, mutando idea e umore, sono persone che avvertono irrequietezza e necessità di muoversi spesso.
Le manifestazioni sulle labbra sono principalmente sul lato destro; le eruzioni bruciano al tatto e peggiorano, si associa anche intenso prurito. E’ caratteristica la possibilità di estensione delle eruzioni anche sull’addome.

Mezereum: il paziente sarà apatico, non sopporta alcun tipo di calore, né locale né generalizzato. Le eruzioni saranno localizzato alle labbra coinvolgendo alche le gengive. Vi saranno dolori intensi ciclici con sensazione di paralisi. Il paziente esporrà tipica sensazione di fastidio alla bocca dello stomaco.

Natrum Muriaticum: da utilizzarsi per l’herpes su base stressogena o da eccessiva esposizione al sole o dal consumo di troppo sale. La tipologia del soggetto che avrà beneficio da questo rimedio è riservata che tiene dentro sentimenti, la rabbia e persino le lacrime; possono avere molta sete.
La manifestazione generalmente si localizza alle labbra o intorno alla bocca.

Ranunculus Bulbosus: quando il paziente che trova beneficio da questo rimedio avrà l’eruzione epatica egli diverrà insolitamente iroso; l’herpes è tipico comparire dopo aver assunto o sostanze stimolanti o cibi piccanti. Le eruzioni sono pruriginose e con dolori di tipo pungente, il colore è tipicamente bluastro, ripiene di liquido e guarendo divengono crosticine.
Da sottolineare che questo rimedio trova applicazione anche nell’Herpes Zoster.

Rhus Toxicodendron: persone che per il dolore si agitano, il movimento dona a loro sollievo; in crisi dolorosa diventano smemorati e anche un po’ offuscati mentalmente. La sera piò subentrare ansia.
Le eruzioni erpetiche si localizzano attorno alla bocca prediligendo gli abili labiali, il dolore è intenso come se fosse nevralgico, tipicamente il paziente riferisce senso di bruciore. Le eruzioni tendono a migliorare con un impacco caldo. Anche in questo caso la manifestazione può estendersi al collo.

Sepia: Il paziente che troverà beneficio dal rimedio avrà le manifestazioni erpetiche tipicamente associate al ciclo mestruale o allo stress, egli saprà dire, in oltre, che l’herpes compare ciclicamente. Il freddo o lo peggiora o lo scatena.

In questi casi la potenza consigliata è la 30ch ripetuta per tre volte al giorno.

Ovvio che queste righe non si sostituiscono al consulto col Medico Omeopata che sarà quale rimedio personalizzato prescrivere.

Open chat
Salve,
ha bisogno di aiuto?