Dott. Luigi Caliendo | Medico Chirurgo

  • 16 Dicembre 2020
  • By Luigi

Col termine di Artrosi si intende una malattia cronica identificata  da lesioni degenerative della cartilagine articolare. Tale disturbo non coinvolge solo la cartilagine, ma colpisce l’intera articolazione, incluso l’osso sottostante la cartilagine e tutte le strutture che costituiscono l’a struttura articolare. Per la sua diffusione (ne è colpito circa il 12,1% della popolazione italiana) è sicuramente la malattia dell’apparto osteo-articolare più comune. I sintomi tipici dell’Artrosi sono il dolore articolare che tipicamente è meccanico e correlato col movimento, si associano rumori (scrosci) articolari, gonfiore e limitazione al movimento. Circa i fattori predisponenti tolto il concetto meccanico dell’età e quindi l’usura meccanica dell’apparato articolare, un ruolo lo giocano il sovrappeso, fattori genetici e malattie endocrino-metaboliche. Il peso non ha un grande ruolo anche se è lievemente più colpito il sesso femminile.

Seguiti da un Medico Omeopata questi disturbi trovano sicuramente un valido giovamento. Vediamo di seguito un piccolo prontuario pratico per poter alleviare i fastidi dell’artrosi.

Aesculus Hippocastanum: quando il processo artrosico è localizzato al tratto sacroiliaco con dolore e rigidità si pensi a questo rimedio. Il processo artrosico può diventare molto grave.

Argentum Nitricum: quando avremo sintomatologia dolorosa improvvisa che rapidamente sorge e rapidamente si risolve. Il paziente riferirà che i dolori sono come scossa elettrica.

Bellis Perennis: rimedio principe per tutti quei processi artrosici dovuto all’attività professionale o post-traumatica. Il paziente tipicamente avrà netto miglioramento massaggiando al parte dolorate,  peggioramento col freddo.

Calcarea Carbonica: si pensi a questo rimedio quando l’artrosi non troppo grave, ma piuttosto lenta, graduale e modicamente ingravescente. Tutto è moderato, il dolore, la limitazione funzionale e le modificazioni articolari.

Calcarea Fluorica: in questo caso ci si troverà di fronte ad un’artrosi rapida nella manifestazione degenerativa. Il paziente riferisce che in breve tempo le articolazioni hanno subito un processo degenerativo così come sarà rapida l’ingravescenza del dolore. Agli esami strumentali si osserveranno che in poco tempi i fenomeni degenerativi a carico delle articolazioni peggiorano.

Causticum: quando l’artrosi colpisce deformando le dita dei piedi, anche con calcificazioni intra-articolari, si pensi a questo rimedio. Chiave è il miglioramento col tempo umido.

Facciamo un rapido cenno ad una malattia articolare particolare: la gotta, dovuta all’accumulo di acido urico. Qui saranno sopratutto due i rimedi più importanti.

Colchicum Autunnalis: da preferire in tutte i casi di accentuata infiammazione; l’articolazione sarà calda, rossa, gonfia e peggiora al minimo movimento. Spesso si associa ritenzione urinaria.

Benzoicum Acidum: quando le articolazioni saranno meno infiammate, con nodosità e deformità. Le articolazioni colpite scricchiolano fortemente e le urine sono molto cariche.

Tutta questa trattazione (non smetterò mai di dirlo) non sostituisce il colloquio col Medico Omeopata.

Open chat
Salve,
ha bisogno di aiuto?