Dott. Luigi Caliendo | Medico Chirurgo

Come si prescrive un rimedio omeopatico

Dopo aver effettuato una accurata raccolta di sintomi, visitato il paziente il Medico Omeopata utilizzerà questi dati per scegliere il rimedio da prescrivere al paziente (in termine tecnico “repertorizzare”).

La scelta di questo però non si basa soltanto sul “principio di similitudine”, ma prende in considerazione altri parametri come la Forza Vitale del paziente; l’Unità ed unicità del paziente, che non può essere separato in organi o apparati o in corpo e mente; il Rimedio Unico; la Dinamizzazione; la Dose Minima; ed infine la Totalità dei sintomi. Solo così la prescrizione potrà essere efficace.

Ricordiamo che non è possibile prescindere da nessuno di questi  principi se si vuol fare della buona omeopatia. Hahnemann stabilì un metodo di diagnosi e cura preciso e un metodo d’applicazione rigoroso, inoltre, cosa mai fatta prima, fece una classificazione delle malattie in modo altrettanto preciso e lungimirante se pensiamo a tutto ciò che è stato scoperto dopo di lui.

Open chat
Salve,
ha bisogno di aiuto?