Dott. Luigi Caliendo | Medico Chirurgo

  • 25 Novembre 2020
  • By Luigi

Col termine stipsi si intende sia la rallentata emissione delle feci, da cui rientra nella stipsi sia
l’evacuazione difficoltosa che scarsa. La stipsi può essere secondaria a malattie organiche tipo le infiammazioni intestinali croniche, malattie infettive, diverticolite, endometriosi, ragadi anali ed emorroidi, che primitiva (idiopatica) e qui concomitante a dieta non corretta, scarsa attività fisica o condizioni emotive. Certamente il motivo principale del rallentato transito intestinale è una riduzione della motilità della parete intestinale.

L’emotività gioca un ruolo principale nello scatenare la stipsi; le emozioni “trattenute” e l’incapacità di darsi, di lasciarsi andare sono sicuramente motivi per cui la persona non espella le feci, cos’ come la sensazione di “sporco” impedisce l’evacuazione.

Certamente il Medico Omeopata nel raccogliere l’anamnesi del paziente coglie le sfumature emotive dello stesso per poter essere indirizzato nella scelta del rimedio. con la Medicina Omeopatica sia casi si stipsi secondaria che idiopatica trae un grosso giovamento da questo tipo di cura, dolce, ma al contempo forte e risolutiva.

Vediamo alcuni rimedi utilizzabili.

  • Alumina: tipicamente il paziente ha le mucose secche, in questo caso si avrà la sensazione di piaga viva nel retto e il paziente riuscirà ad evacuare solo dopo molti sforzi; una evacuazione difficoltosa e non completa. Emotivamente sarà nervoso, agitato e frettoloso, tipicamente dal punto di vista fisico vi sarà l’assenza della sudorazione. I sintomi peggiorano al freddo, al risveglio e, cosa tipica di Alumina dopo aver mangiato patate; migliorano al caldo.

Bryonia Alba: il paziente emetterà feci dure, secche tipo carbone, anche le sue mucose saranno secche. Caratterialmente è irritabile, con tipica sete spasmodica di acqua fredda. I sintomi migliorano con l’immobilità e peggiorano al minimo movimento.

Graphites: quando la stipsi dura da molto tempo, senza stimoli, con evacuazione di feci dure, caprine, o conglobate da muco. Si accompagnano meteorismo, emorroidi e anche ragadi anali. I sintomi migliorano col caldo peggiorano col freddo.

Hydrastis: tipico rimedio per quella stipsi cronica prodotta dall’uso ed abuso di lassativi. Feci ricoperte da muco denso, duro, in piccoli frammenti. Tipicamente il paziente (magro) soffre di disturbi gastrici ed epatici. Ha una costante sensazione di stomaco vuoto e lo stimolodella fame tende a non calarsi mai. Si associa aftosi, cefalea.

Lycopodium Clavatum: la stipsi di questo rimedio è tipicamente legata a disordini epatici. Il paziente presenta fame vorace e sazietà precoce dopo pochi bocconi. Si associa meteorismo e borborigmi nella parte bassa dell’addome.

Nux Vomica: Quando la stipsi si cronicizza e lo stimolo all’evacuazione diventa inefficace. Il paziente ha la costante sensazione di avere feci nel retto (tenesmo). Caratterialmente saranno persone impazienti irritabili, ipersenribile e nervosi, dalla vita molto attiva, ma sedentaria. Si accompagna ad una alimentazione disordinata o sregolata. Tipo dei bambini l’evacuazione difficile e dolorosa, tanto da trattenere le feci per paura del dolore. Tipica è lo stimolo alla defecazione durante la minzione. Miglioramento alla sera e al caldo; peggiora col mattino al freddo e dopo aver assunto spezie e alcool.

Opium:  tipica la stipsi con assenza di stimolo e di dolore. Non si lamenta né soffre per la sua condizione. La stipsi nasce dalla mancata attività intestinale. Il paziente è tipicamente alternante da fasi di grave apatia a iperattività mentale. Si ha miglioramento con l’aria fresca e peggioramento col calore e dopo aver dormito.

Platina: caratteristica la difficoltà di adattamento; la stipsi quindi si avrà cambiamenti di luoghi, di  abitudini alimentari. Lo stimolo sarà inefficace e frequente. Le feci secche dure con caratteristica di aderire alle pareti. Il soggetto platina è altezzoso, sprezzante, dall’umore volubile. Migliora con l’attività, peggiore con la pressione sull’addome e al riposo.

Silicea: assenza di stimolo con emissione difficoltosa di feci dure, defecazione talmente difficoltosa che può capitare che il paziente debba aiutarsi con le dita. Nelle donne la stipsi si manifesta prima delle mestruazioni. Migliora col calore ed indumenti caldi; peggiora con freddo.

Questo è un prontuario sintetico e assolutamente non va a sostituire la visita col Medico Omeopata.

I rimedi saranno da assumere alla 30CH con ripetizione ogni ora, sino alla risoluzione.

Open chat
Salve,
ha bisogno di aiuto?